Annunci Agrario Brignoli

Il numero speciale di Focus dalla redazione della 2B!

pubblicato 19 giu 2018, 09:47 da Laura Cettolo

"Cercatori d'acqua", il numero della rivista Focus realizzato dalla redazione della classe 2B che potete scaricare in allegato!

Complimenti a tutti per il bel lavoro, per l'attenzione dimostrata e l'impegno profuso e grazie in particolare alla prof.ssa Gabriella Stacul, responsabile del progetto, che ha saputo valorizzare al meglio e dare luce alla fatiche di un anno scolastico!

Buona lettura a tutti!




“ Luoghi dell' acqua dell' Isontino": al Kinemax la presentazione dei lavori

pubblicato 4 giu 2018, 08:53 da Laura Cettolo   [ aggiornato in data 4 giu 2018, 08:56 ]


Si è concluso mercoledì 31 maggio al Kinemax di Monfalcone con la presentazione dei lavori delle dieci scuole della provincia partecipanti, il progetto “ Luoghi dell' acqua dell' Isontino", promosso dalla “ Scuola provinciale dell’ acqua” (goh2o.it/) a cui hanno partecipato le classi 2B e 2C dell' istituto agrario Brignoli.







Davanti ad un pubblico di trecento studenti Viola Urdih, Stefano Santosuosso, Anastasia  De Padova e Luca Medeot hanno presentato i risultati del monitoraggio del sito del Lago di  Doberdó compiuto nel corso di questo anno scolastico e un video dai ragazzi realizzato che documenta le uscite e le attività svolte sul campo. 


È stata poi la volta di Alice Trevisan, Alessia Franco e Diego Tognon che hanno esposto i risultati dell' attività di monitoraggio del fiume Isonzo svolta in quattro diversi siti di campionamento da Savogna a Pieris, per determinare la qualità dell' acqua e lo stato di salute dell' ecosistema fluviale.


Complimenti ai ragazzi per la competenza e l’ impegno che hanno profuso e alla prof.ssa Elisabetta Sdrigotti che ha saputo infondere così tanta motivazione e passione nei ragazzi!

Tutti i materiali del progetto sono disponibili sul sito della Scuola dell'Acqua al seguente link:

La mappa dell'acqua







Tre giornate di Scienza al festival di Monfalcone

pubblicato 29 mag 2018, 06:58 da Laura Cettolo

Alternativo, coinvolgente, interessante! Queste sono le impressioni degli studenti del Brignoli riguardanti il "Festival Scienza Under 18" che si è svolto a Monfalcone dal 10 al 12 maggio. 

I progetti a cui noi studenti abbiamo partecipato sono stati molti e li abbiamo sviluppati durante le ore pomeridiane del progetto PON "Modulo Scienza Under 18". 



Il gruppo delle classi prime ha svolto il progetto "E' tutta questione di impronte!", realizzando un plastico per spiegare cos'è l'impronta ecologica, due video e un gioco interattivo con consigli su come ridurre le nostra impronta idrica, ecologica e del carbonio.

Il progetto delle classi 2A e 2D riguardava la micro, la macro e la mesofauna. Per presentare  la microfauna, i ragazzi hanno portato dei campioni prelevati dal fondo di un laghetto carsico e li hanno esaminati al microscopio. Per spiegare la macrofauna hanno costruito una teca riempita con vari tipi di terreno nella quale sono stati successivamente inseriti alcuni lombrichi, per osservare il processo di fertilizzazione del terreno. Infine per la mesofauna è stato costruito l'imbuto di Berlese dove una lampadina scalda il terreno posto sopra un setaccio e gli organismi, che cercano l'acqua, cadono attraverso l'imbuto in una botte di raccolta con dell'alcool etilico, il quale conserva gli insetti per le analisi.


Il progetto delle classi 2B e 2C invece riguardava le analisi chimico-fisiche dell'acqua del fiume Isonzo, che è stata prelevata ed analizzata dagli studenti in 4 stazioni diverse( Gradisca, Farra, Villesse e Pieris) per valutare la qualità dell'acqua e lo stato di funzionalità dell'ecosistema del fiume. Da queste analisi è risultato che lo stato di funzionalità del fiume a Gradisca è mediocre a causa dell'intensa urbanizzazione, mentre a Villesse i valori dell'indice sono risultati più elevati grazie all' elevato valore dell'integrità del bosco. La qualità dell'acqua, invece, è risultata a Pieris e a Gradisca accettabile mentre a Villesse la qualità dell'acqua è critica.


Per noi ragazzi questa esperienza è stata entusiasmante perchè è stato possibile apprendere cose che in un normale corso scolastico non avremmo potuto imparare, divertendoci e aumentano il valore del nostro gruppo. E' stato inoltre un'esperienza dove noi alunni abbiamo preso il posto dei professori esponendo a tutti gli interessati il nostro lavoro!

 Rachele Sorato, Francesca Priano, Giorgia Olivotto e Lorenzo Pirusel, classe 1C

Le foto vincitrici di Scatti di Scienza!

pubblicato 18 mag 2018, 01:45 da Laura Cettolo

Scatti di Scienza è il concorso fotografico per ragazzi che si svolge nell'ambito del Festiva di Scienza Under 18. Sono del Brignoli gli allievi che si sono aggiudicati il primo e terzo premio nel concorso:







Primo classificato: Luigi Comelli, classe 2B
Terzi classificati ex-aequo: Tommaso Mian, classe 2C e Margherita Imbrogno, classe 5PT
Foto segnalata: Valentina Soldera, classe 5PT

Ed ecco le foto vincitrici:

Primo classificato: "Casa vacanze" di Luigi Comelli, classe 2B


La foto è stata scattata durante l’uscita didattica effettuata presso il Lago di Doberdò il giorno 7 aprile 2018 per realizzare le analisi chimico-fisiche e ambientali del sito nell’ ambito del Progetto G.L.O.B.E.

“Casa Vacanze” per noi ci riporta come titolo ad esotiche vacanze al mare, mentre per questo ragno rappresenta forse l'unico riparo, unica stanza della sua casa. Un guscio di chiocciola, rubato al destino dell'abbandono, nascosto nella boscaglia accoglie un ospite del tutto inaspettato. Posto al sole, il ragno sembra rappresentare l'incoerenza tra la natura e il mondo antropico, noi abituati a vederlo nelle nostre case e negli angoli più irraggiungibili, qui protetto da un piccolo e fragile guscio, indifeso e alla portata di qualsiasi predatore.”


Terzo classificato ex-aequo: "Sottosopra" di Tommaso Mian, classe 2C


La foto è stata scattata durante l’uscita didattica effettuata presso il Lago di Doberdò il giorno 7 aprile 2018 per realizzare le analisi chimico-fisiche e ambientali del sito nell’ambito del Progetto G.L.O.B.E.

La simmetria confonde il cielo e l’acqua: quale sarà l’acqua e quale sarà il cielo?

Terzo classificato ex-aequo: "L'unione fa la forza...molecolare" di Margherita Imbrogno, classe 5PT


La fotografia rappresenta la tensione superficiale, ovvero il fenomeno di coesione tra le molecole d'acqua della superficie. Il Gerride è l'insetto che per eccellenza riesce a scivolare sull'acqua sfruttando la particolarità chimico-fisica di essa.


Foto Segnalata: "Nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma" di Valentina Soldera, classe 5PT


La foto rappresenta il fuoco, una tra le scoperte più antiche. Il fuoco è il prodotto di una reazione chimica chiamata combustione ed è un processo esotermico nel quale si libera energia sotto forma di calore e anidride carbonica. La reazione tra il combustibile e il comburente non è spontanea ma avviene grazie ad un innesco esterno. In seguito l'energia rilasciata dalla reazione ne rende possibile l'autosostentamento, senza ulteriori apporti energetici esterni.






Visita al giardino di peonie...CLIL

pubblicato 15 mag 2018, 23:31 da Laura Cettolo   [ aggiornato in data 15 mag 2018, 23:41 ]

Il giorno 24 aprile gli studenti della classe 4 GA si sono recati al giardino privato dell'ingegnere Matteo La Civita a Gradisca d’Isonzo.

L’ ing. La Civita è membro dell'associazione "Amici del giardino Viatori" di Gorizia ed ha lavorato nel giardino botanico Kew Gardens a Londra. Nel suo splendido giardino l’ ing. La Civita ha svolto una lezione in lingua inglese e italiana, in cui ha descritto le origini del giardino, le tecniche di giardinaggio utilizzate per la sua creazione e, soprattutto, gli ecosistemi che ha voluto rappresentare.

Il giardino è suddiviso in numerose zone, due delle quali sono state utilizzate per ricreare un ambiente boschivo, ricco di fascino e mistero, e la macchia mediterranea, con i suoi colori sgargianti.

Inoltre, l'ingegnere ha mostrato agli studenti la punta di diamante del suo giardino: la collezione di peonie. Disposte in file, queste rigogliose e profumate piante creano un'emozionante esplosione di colori che ravvivano e rendono ancor più suggestivo il bellissimo giardino.

On 24th April the students of class 4 GA visited Mr La Civita’s private garden in Gradisca d'Isonzo.

Mr La Civita, an engineer and a member of the “Friends of Viatori Garden” Association in Gorizia, has worked at Kew Gardens in London.

In his beautiful garden, Mr La Civita gave a lecture in English and Italian, in which he described the origins of the garden, the use of gardening techniques and, above all, the ecosystems that he wanted to recreate there.

The garden is divided into several zones, two of which were used to restore an environment with trees, full of charm and mystery, and the Mediterranean bush, with its garish colours. In addition, Mr La Civita showed the students the most remarkable part of his garden: the collection of peonies. Arranged in rows, these lush and fragrant plants generate a breathtaking explosion of colours that make the magnificent garden even brighter and more evocative.

 Marco Ienco 4 GA







Il Festival di Scienza Under 18 continua a scuola!

pubblicato 14 mag 2018, 03:05 da Laura Cettolo   [ aggiornato in data 14 mag 2018, 07:00 ]

Sono una sessantina gli allievi dell’Istituto Agrario “G.Brignoli” che hanno partecipato al “Festival di Scienza Under 18 Isontina” svoltosi a Monfalcone dal 10 al 12 maggio e che insieme anche agli allievi della sezione Marconi hanno fatto risultare l’ISIS BEM l’istituto della provincia con il maggior numero di progetti presenti.

“Il biomonitoraggio del medio-basso Isonzo”, “Il suolo è vivo?” , “E’ tutta questione di impronte!” e “Gli insetti conquisteranno un posto a tavola?” sono i temi degli exhibit con cui i ragazzi delle classi prime, seconde e della classe quarta del corso di Viticoltura ed Enologia hanno coinvolto il pubblico della manifestazione, coordinati dai docenti Elisabetta Sdrigotti, Fabio Agazzi, Andrea Martinelli, Anna Spezzigu e Laura Cettolo.

Per chi si fosse perso la visita al Festival l’Istituto Brignoli aprirà le porte, nell’ ambito del progetto PON-FSE2014-2020 nelle giornate di giovedì 17 maggio ( 13.00-16.00) , giovedì 24 maggio ( 13.00-17.00) e martedì 29 maggio ( 13.00-17.00).

L’invito è rivolto a studenti, genitori e a tutta la cittadinanza! Venite a visitare i nostri exhibit e partecipare ai laboratori didattici!



La giornata mondiale dell'acqua 2018

pubblicato 27 mar 2018, 00:05 da Laura Cettolo   [ aggiornato in data 19 apr 2018, 02:32 ]

Da anni la nostra scuola partecipa attivamente ai progetti proposti dalla rete mondiale G.L.O.B.E., riguardanti soprattutto il monitoraggio dell'atmosfera e dell'idrosfera e noi del Brignoli ci siamo interessati in particolare all'idrosfera, rappresentata localmente dal lago di Doberdò e dell'Isonzo.

Dopo essere intervenuti nel mese scorso a Radio Capodistria per parlare del nostro lavoro eseguito negli ultimi anni sui luoghi dell'acqua dell'Isontino, la classi 2^B e 2^C sono intervenute come relatrici ad un incontro svoltosi presso il Parco delle Risorgive di Torrate di Chions (PN) per la giornata mondiale dell'acqua, organizzata da Arpa-LaRea FVG e OGS, lo scorso 23 marzo, con la partecipazione e l'intervento anche di alcune classi dell'ISIS D'Annunzio di Gorizia e dell'ISIS Malignani di Udine.

Il nostro intervento si è focalizzato sul presentazione dei dati raccolti nella primavera e nell'autunno del 2017, implementati anche dallo studio della vegetazione perifluviale dei nostri corsi d'acqua. Ci siamo resi partecipi anche con la presentazione del materiale usato durante i nostri campionamenti, e dei macro-benthos raccolti congiuntamente alle analisi chimico-fisiche.

La sviluppo della giornata ha avuto un notevole contributo reso dai gestori della struttura ospitante, con la spiegazione del funzionante delle acque di risorgiva e delle falde acquifere, a come trovarle e utilizzarle nel modo più adeguato.

La giornata si è conclusa con la vista al depuratore gestito dal Consorzio Ponterosso-Tagliamento a San Vito al Tagliamento. Questa struttura ricopre una posizione importante nel nostro territori poiché gestisce gli scarichi industriali di una delle zone industriali più importanti della regione.

I nostri impegni non si fermeranno qua, ma si protrarranno nei prossimi mesi con altri campionamenti e la partecipazione a Scienza Under18 a Monfalcone nel mese di maggio.

Luigi Comelli e Alessia Franco, classe 2B




Il viaggio della memoria degli studenti del Brignoli

pubblicato 22 mar 2018, 00:44 da Laura Cettolo

Un gruppo di 13 studenti delle classi 4PT, 4GA e 4VE ha partecipato dall’ 8 al 12 marzo al “MEMOBUS 2018 – Viaggiare per comprendere malgrado tutto”.

Il viaggio è stato insieme formativo ed emozionante: i ragazzi prima di partire per la Polonia hanno partecipato ad un ciclo di lezioni preparatorie curate dallo storico Stefan Cok dell’Associazione Quarantasettezeroquattro, hanno ragionato sulla comunità e la cultura ebraiche in Regione e nel Centro Europa, per poi visitare la Risiera di San Sabba e partire alla volta di Cracovia.

Qui hanno visitato il quartiere ebraico di Kazimierz, la sinagoga e il vecchio cimitero ebraico, quindi il ghetto e la fabbrica di Schindler (foto). Il viaggio è culminato nella visita ai campi di sterminio di Auschwitz 1 e Birkenau, luoghi dell’orrore umano, la cui visita ha reso gli studenti del Brignoli nuovi testimoni della memoria.

Gli allievi sono stati seguiti in questo percorso dal prof. Rodolfo De Gasperi.



"Peace walking men", insieme con John Mpaliza

pubblicato 22 feb 2018, 13:21 da Laura Cettolo

Le persone e l'ambiente prima dei profitti

Il giorno sabato 17 febbraio le inferriate del cortile dell'Istituto G. Brignoli di Gradisca d'Isonzo venivano addobbate da striscioni inneggianti al neofascismo. Non è la prima volta che succede. Già in occasione della ricorrenza annuale del Giorno del Ricordo, movimenti neonati di estrema destra avevano appeso striscioni e distribuito volantini agli studenti. Pare quasi un ironico paradosso: sabato scorso proprio mentre il cortile scolastico veniva così generosamente deturpato, gli studenti partecipavano ad  un'assemblea d'istituto sui diritti umani. Ospite d'onore, nonché relatore per
eccellenza è John Mpaliza. 

John Mpaliza, conosciuto anche come “Peace Walking Man”, è un attivista per la Pace, cittadino italo-congolese. Ha dovuto abbandonare la sua patria, la Repubblica Democratica del Congo, nel 1991 per dissidenze politiche e nel 1993 è giunto in Italia. Laureato in ingegneria informatica, ha lavorato per 12 anni come programmatore presso il comune di Reggio Emilia. Il 30 maggio 2014 decide di lasciare tutto, lavoro e casa compresi, per dedicarsi a tempo pieno all'organizzazione di marce nazionali ed internazionali per la pace: lunghi viaggi a piedi per incontrare e confrontarsi con la gente e le istituzioni su temi legati alla pace ed al consumo, critico, sostenibile e responsabile. 


Ciò che spinge John Mpaliza ad agire sono le sorti toccate al suo paese, un paese ricco, ricco da morire. Dal Congo provengono circa l'80% del Coltan e il 60% del Cobalto su scala mondiale. Un'estrazione sfrenata ed irresponsabile, che squarcia le montagne e piega giovani vite. Telefonia, informatica, automobilistica, elettromedicina, sono solo alcuni esempi dei settori produttivi che dipendono da questi minerali. Industrie che sfornano beni che oltre ad avere un costo economico elevato, ne hanno uno umano ancora maggiore. Bambini schiavizzati, donne violentate e uomini sfruttati fino allo sfinimento, questi sono i risultati delle politiche coloniali dei Paesi industrializzati. Sono 20 anni ormai che in Congo persevera la guerra, l'Olocausto africano che conta 8 milioni di vittime, di cui la comunità internazionale è colpevole spettatrice. 


Nel frattempo le multinazionali acquistano i minerali dall'Africa e li rivendono ad un prezzo maggiorato di oltre 3000 volte superiore a quello d'acquisto, andando a finanziare le milizie e legalizzando i rapporti con il dittatore presidenziale.
L'assemblea non aveva lo scopo di demonizzare la tecnologia, bensì rendere coscienti su una schiavitù moderna di cui tutti noi oggi siamo indirettamente complici e responsabili. L'incontro si è poi concluso con una marcia per le vie della città di Gradisca. Una marcia accompagnata da canti di pace, contro il razzismo e le discriminazioni. 
Non un moto di protesta, bensì una campagna di sensibilizzazione sui diritti umani e sulla tutela ambientale. Una lotta silenziosa e caparbia contro il silenzio e l'immobilità. La paura e la guerra al “diverso” altro non sono che futili mezzi di controllo delle masse, ed è bene che questo messaggio venga tatuato nelle menti e nei cuori di tutti.

Chiara Pasquali, studentessa G. Brignoli


"L'assemblea è stata molto bella e allegra", Francesca 1C

"Secondo me l'incontro è stato molto utile e interessante. Mi ha arricchito molto e stimo molto questo ragazzo e la sua storia", Giorgia 1C







Corso di Formazione per Periti Estimatori danni da avversità atmosferiche

pubblicato 28 gen 2018, 11:28 da Luciano Zancani

Anche nel 2018 si svolgerà presso il nostro istituto il Corso di Aggiornamento per Perito Estimatore danni alle avversità atmosferiche che da anni viene organizzato da una rete di istituti agrari sul territorio nazionale avente per capofila l'I.S.I.S.S. 
"G. B. Cerletti" di Conegliano (TV).

In particolare, sulla scorta di quanto già attuato negli anni precedenti, nei mesi di gennaio, febbraio, marzo e aprile 2018, vengono organizzati congiuntamente Corsi di Formazione per l'avviamento alla professione di Perito estimatore e Corsi di Aggiornamento destinati a Periti Estimatori già operanti nel settore.

In particolare, i Corsi di Avviamento offrono un'opportunità ai diplomati di approcciarsi a questa particolare professione; si consiglia ai nostri 
ex-studenti di voler prendere in considerazione questa possibilità.

Presso la nostra sede, invece, il 27 e 28 febbraio si svolgerà il Corso di Aggiornamento relativo al prodotto Vivai, destinato a tecnici che già operano nel settore.

Il corso, della durata complessiva di 16 ore, gode del patrocinio e della collaborazione degli Ordini e Collegi nazionali, dei Consorzi di Difesa e si avvale per la docenza, di Docenti universitari, Docenti degli istituti agrari, Periti grandine, Dirigenti e/o Funzionari delle Compagnie di Assicurazione e dei Consorzi di Difesa, oltre ad esperti esterni.

Per ulteriori informazioni, per entrambe le tipologie di corsofare clic sul collegamento sottostante:


Il depliant illustrativo è disponibile e scaricabile a fondo pagina.

Per iscriversi al corso, compilare il form che appare premendo qui.

Per maggiori informazioni è possibile contattare il Responsabile Tecnico e Logistico del Corso per la sede di Gradisca d'Isonzo, prof. Luciano Zancani, e-mail: luciano.zancani@goiss.it.


1-10 of 95